#08 Dischi di agosto (con il ➒) ♋

Immagine
Ciao ciao, estate! È sempre un piacere dire addio ai mesi estivi, soprattutto dopo agosto, mese affollato e assieme molle e frenetico. Aspettando le tenui consistenze di settembre, compilo la consueta lista degli album degli anni passati usciti durante questo mese così controverso. Buon ascolto!
► 1969
The Stooges - The Stooges (Elektra)
Incendiari e senza freni, gli Stooges di Iggy Pop sono uno dei tanti motivi che rendono tanto affascinanti gli anni Sessanta. Assieme ai cugini MC5 la band forgia un rock'n'roll debosciato e svincolato dai toni prevalenti dell'epoca. Se c'è psichedelia è una psichedelia nera, deviata (come quella di "We Will Fall" e di "Ann"); se c'è blues è un blues ritorto su se stesso, uno scheletro che pesca dal garage più underground. Tutto il resto è minimalismo, distorsione, espressività nuda e cruda, annoiata, depressa, stonata e caciarona.
Prodotto da John Cale (che di sonorità simili se ne intendeva), l'esordio del …

Tu sai di quest'aria & Ode alla tua bocca


Tu sai di quest'aria

Sai di quest'aria che si
appanna d'umidità
mentre spargi la tua
presenza delicata
dentro me, guardandomi

Potessimo scolorire
come i bordi della sera
perdendoci nell'orizzonte,
o scioglierci nel cielo
come nuvole...

Siamo presenze solide
su cui scivola il tempo

E tu sai di quest'aria
e trattieni il profumo
dell'erba bagnata, e
gravi sul mondo come
uno sbuffo di fumo

Siamo presenze vane
macchiate dal tempo

Ma tu stai,
sgomenta,
nella tua bellezza

Ode alla tua bocca

Mentre parli le parole bianche dei tuoi denti
la lingua s'inarca e guizza, rossa,
nel mare in tempesta della tua bocca
Sembra fendere le sillabe
e ordinare la trama del discorso
E se mi spingo un po' più in su
ecco i tuoi occhi
Ma ridi
e rieccomi tra le labbra che bruciano tese
incorniciando la tua allegria
con arcate carnose:
varchi invitanti al tuo umido cuore
cornici molli per le tue parole

Matteo Castello

Commenti